I Novo Tono muovono da una naturale coerenza descrittiva di assoluto segno moderno, della quale è segno distintivo l’uso, diremmo interculturale, delle morbide flessioni dei clarinetti ed in particolare del clarinetto basso, magnifico fiato dal timbro avvolgente, profondo e graffiante, donato al jazz dal genio di Eric Dolphy e pochissimo usato, a torto, nella musica contemporanea, vista la gamma delle potenzialità espressive (Klezaround, Sound Circles, il Pathos struggente di Odwalla-Lonely Woman).

Read more…